Frutta, una fonte di salute

28 Giugno 2021
Frutta, una fonte di salute 7 min

La frutta rappresenta un alimento ad elevata densità nutritiva, fonte importante di nutrienti e sostanze benefiche per la salute


I vari frutti si differenziano tra loro per la varietà dei principi nutritivi, anche per questo sono stati suddivisi in tipologie che li differenziano in frutta acidula (gli agrumi), zuccherina (fichi, banane, ananas) contenente oltre il 15% di zuccheri, frutta acidulo-zuccherina (mele, pere, pesche, susine, albicocche, fragole, ciliegie, lamponi), farinosa (castagne, ricche di carboidrati) ed oleosa, caratterizzata da un elevato contenuto di grassi insaturi (50-65%) e proteine (10-20%), oltre che un discreto quantitativo di carboidrati, e comprende noci, nocciole, mandorle, pistacchi, pinoli, arachidi.

La frutta, ad eccezione di quella oleosa, si caratterizza per una serie di principi nutritivi, vediamoli insieme.

frutta-una-fonte-di-salute-1

Elevato contenuto di acqua

Nella frutta il contenuto di acqua è presente in quantità che variano dall’80 al 96%; ciò determina un effetto idratante sull’organismo, ma anche diuretico e depurativo. Il frutto con il maggior quantitativo di acqua è il cocomero.

Tanta fibra

Nella frutta è sempre presente una buona quantità di fibra che, oltre ad essere fondamentale per una corretta attività intestinale, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo e, di conseguenza, il rischio di patologie cardio-vascolari. Gli alimenti ricchi di fibre, inoltre, si caratterizzano per l’elevato potere saziante ed un conseguente ridotto introito calorico.

frutta-una-fonte-di-salute-2

Ricca di fruttosio

Lo zucchero contenuto nella frutta è il fruttosio che, rispetto al glucosio contenuto nei cibi dolci, ha un minor impatto sulla glicemia, soprattutto quando associato all’introduzione di fibre, motivo per cui anche le persone diabetiche possono consumare frutta senza il rischio di un importante aumento dei valori glicemici, in questo caso, però, è preferibile evitare quella più zuccherina.

Alto contenuto di vitamina C

In particolare nel kiwi, negli agrumi, nelle fragole e nei frutti di bosco. La vitamina C si caratterizza per la sua azione immunostimolante, aiutando il nostro organismo a proteggersi dall’aggressione degli agenti esterni. Inoltre è un potente antiossidante, contrasta l’azione dei radicali liberi e quindi l’invecchiamento cellulare. È coinvolta nella produzione di collagene (componente della pelle e delle cartilagini) ed aumenta la biodisponibilità del ferro contenuto negli alimenti, facilitandone l’assorbimento.

frutta-una-fonte-di-salute-3

Alto contenuto di vitamina A

Sotto forma di beta-carotene, in particolare nei frutti di color giallo-arancione, come pesche, albicocche, melone, ecc. La vitamina A è importante per la salute della pelle e delle mucose, ma anche per la vista, in particolare per la retina.

Vitamine del gruppo B e di acido folico

Le vitamine del gruppo B hanno un ruolo importante nei processi energetici dell’organismo e contribuiscono al buon funzionamento del sistema nervoso. L’acido folico interviene nella produzione dei globuli rossi ed è fondamentale nelle donne in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre, al fine di prevenire eventuali difetti del sistema neurologico.

Ottima fonte di potassio e magnesio

Il potassio è un minerale implicato nella regolazione della pressione arteriosa e nella contrattilità muscolare. Il magnesio, anch’esso presente nella frutta, è coinvolto nel processo di mineralizzazione dello scheletro e nel rilassamento delle cellule muscolari, comprese quelle cardiache.

Alcuni frutti buona fonte di calcio

Tra i frutti che contengono calcio troviamo fichi, mele, ribes e mango. Il calcio è un minerale importante durante la crescita per la formazione dello scheletro e dei denti e nell’età adulta per il mantenimento della struttura ossea. Interviene anche nella conduzione dello stimolo nervoso e nella contrazione muscolare.

frutta-una-fonte-di-salute-4

Alcuni frutti contengono ferro

Il ferro è indispensabile per il trasporto dell’ossigeno da parte dei globuli rossi. Una carenza di questo minerale può infatti determinare alcune forme di Anemia.

Fitonutrienti

La frutta contiene composti fenolici, antocianine, resveratrolo, quercetina, che si caratterizzano per la loro potente azione antinfiammatoria ed antiossidante, contribuendo alla neutralizzazione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e dell’insorgenza di molte patologie cronico-degenerative, tra cui anche i tumori.

 

In sintesi, la frutta ha effetti idratanti, depurativi e immunostimolanti, grazie al contenuto di vitamine e mineralizzanti ed al contenuto di sali minerali. Inoltre, la frutta contribuisce a proteggerci dalle principali patologie croniche. È dunque evidente come sia importante che la frutta rientri nella nostra alimentazione quotidiana.

Al fine di assimilare al meglio i principi nutritivi in essa contenuti, si dovrebbe consumare frutta di stagione e a chilometro zero, in modo da ridurre la probabilità di perdere il contenuto vitaminico, oltre che per garantirsi un prodotto più gustoso e saporito.

 

A cura della rivista Elisir di Salute
Autore:
Dott.ssa Sara Simonetti
Medico Chirurgo
Master in Nutrizione ed educazione alla Salute