La storia

1948-1960: L'Italia postbellica, il lancio del succo di frutta e la nascita di Yoga


La storia di Yoga ha inizio durante il periodo postbellico, in un'Italia pervasa da un'energia di ricostruzione e di rilancio del paese.
Nel 1940 vengono diffuse le prime affissioni e nel 1950 nasce il primo logo Yoga. Iniziano ad apparire per le strade i primi furgoni per la distribuzione e i primi manifesti pubblicitari a colori.


1960-1964: Il successo di prodotto e il rafforzamento della marca


Gli anni sessanta sono testimoni del radicamento del prodotto nella società, tanto per affettività quanto per notorietà.
Il marchio Yoga diventa in modo esclusivo sinonimo di succo di frutta, supportato da campagne e manifesti che sottolineano e accentuano il fenomeno testimoniando che “di Yoga ce n'è uno solo”.
Nello stesso anno viene ridefinito il logo, la cui identità rimarrà pressoché costante fino ai tempi odierni a testimoniare ancor più la forza e la modernità del marchio in quel periodo.


1964-1980: L'era del carosello e i primi spot a colori


A metà degli anni '60 un nuovo fenomeno di comunicazione entra nelle case degli italiani: il carosello, con tutto il suo impatto di novità e popolarità, non può che essere uno spazio privilegiato per riaffermare l'unicità di Yoga.

Ecco dunque Walter Chiari (1964) associare la propria immagine e la propria notorietà a quella del succo di frutta, seguito da un sorridente barista che dichiara orgoglioso la onnipresenza di Yoga, della cui esclusività non può fare a meno di beneficiare il proprio bar (1969).

A metà degli anni '70 Yoga appare in televisione con i primi spot a colori, dichiarando la propria fedeltà alla frutta e riaffermando le proprie eredità di carattere salutistico.


1980-1990: La crisi, la diversificazione e la differenziazione di prodotto


È in questi anni che inizia un forte periodo di crisi, con l'entrata sulla scena produttiva di agguerriti concorrenti (Zuegg e Del Monte) che riduce la presenza di Yoga nel canale alimentare.
Alla fine degli anni Ottanta la marca propone innovazioni di servizio per i propri succhi, come il nuovo packaging in brik da 200 ml, nonché differenziazioni di prodotto con il lancio delle confetture, di Yotea (thé freddo a base di frutta) e Coffry (caffè freddo senza caffeina).


1990-1999: Le sponsorizzazione sportive e l'innovazione di servizio


Gli anni '90 testimoniano un nuovo tentativo di dare alla marca una lettura e una connotazione dinamica, sia dal punto delle iniziative di comunicazione e pubblicizzazione del marchio che da quello del servizio legato al prodotto.

È l'inizio del decennio quando Yoga lega il suo nome alla Nazionale azzurra di sci, a voler di nuovo rinverdire elementi di vigore, di cultura del fisico e di affermazione della propria individualità dai quali era nato e con cui era cresciuto.

YOGA Tasky - Arancia Rossa Inoltre Yoga associa ad essa anche i contenuti di servizio, lanciando il Cheerpack (confezione monodose richiudibile) per sviluppare e rendere più pratico il consumo dei succhi di frutta nel tempo libero o durante le attività sportive.



1999-2008: Yoga reinventa la frutta


L'inizio nel nuovo millennio segna la riaffermazione della marca che avviene attraverso il lancio di nuovi ed importanti prodotti:

  • Optimum Yoga
    Linea Optimum “la frutta da bere” (vetro 750 ml, brik 200 ml e vetro 125 ml) che con la sua elevata percentuale di frutta (fino a 70%) posiziona la marca in una fascia di alta qualità;


  • Cheerpack Yoga Kids
    Cheerpack Yoga Kids, che allarga l'offerta di Yoga per il bambino;


  • Linea plastica 1000 ml
    Linea plastica 1000 ml, il nuovo formato del mercato dei succhi di frutta;


Nel 2007 Yoga entra nel mondo della prima infanzia con il nettare al 90% di frutta. Yoga Primo Nettare è stato eletto Prodotto dell'anno 2007 nella categoria “Best New Children's Drink”, nell'ambito dell'annuale “Beverage Innovation Award”.

Yoga AQ, bottiglia plastica 750 ml e bottiglia vetro 200 ml
INDEX_TITLE
Home page
Nel 2008 viene lanciata sul mercato la nuova bevanda funzionale Yoga AQ, un mix di frutti ed estratti dai poteri antiossidanti.

Un processo di crescita dove Yoga si riafferma per le sue caratteristiche di attualità e modernità, pur non dimenticando le proprie origini e la propria tradizione.